Strict Standards: Non-static method PageInfoOperations::LoadPageInfoByContentAlias() should not be called statically in /home/ortodepe/public_html/cms2/index.php on line 117
Orto de Pecci

Home » La Proposta

La Proposta

La Proposta, cooperativa sociale di tipo B fondata nel 1983, ha lo scopo di inserire nelle proprie attività produttive soggetti svantaggiati che provengono dal disagio psichiatrico e da altre situazioni di marginalità sociale.

Sono attualmente aperti diversi settori di attività che comprendono la cura del verde, la raccolta differenziata e dei rifiuti ingombranti, la guardiania e custodia presso complessi monumentali e aree turistiche, la segreteria e la pulizia presso ambienti pubblici, oltre alla cura e gestione del parco dell'Orto de' Pecci che comprende un ristorante e bar. La Proposta, inoltre, è certificata dal 2001 col marchio AIAB di agricoltura biologica nella coltivazione e produzione di ortaggi.

L'insieme di queste attività, in parte su appalto in parte autonome, permette di sostenere una pianta organica che comprende 41 dipendenti (al 90% a tempo indeterminato) e 13 inserimenti o tirocini formativi.


La cooperativa, oltre al bilancio consuntivo, pubblica da cinque anni un proprio bilancio sociale ed è impegnata nella conduzione di vari progetti che vanno dalla costituzione di una rete di turismo sociale alla gestione di una fattoria didattica, al recupero della memoria storica del vecchio ospedale psichiatrico di Siena, all'interno del quale si trova la propria sede legale e di lavoro.

Vision

Intendiamo diventare un punto di riferimento nel territorio senese, affermandoci come modello di relazione e di gestione che punti alla valorizzazione della dimensione umana dei rapporti all'interno dell'organizzazione.

 

Mission

Ci impegniamo a perseguire:

occasioni e percorsi di emancipazione sociale per soggetti che provengono dal disagio psichico o da esperienze di tossicodipendenza o di detenzione, puntando sulla qualità del percorso di inserimento, attraverso la valorizzazione delle capacità residue e una costante riqualificazione lavorativa;

la diffusione dei valori della cooperazione sociale attraverso un'opera di sensibilizzazione costante presso la comunità locale e la creazione e il consolidamento di reti con altri soggetti del Terzo Settore.